Cosa volete  sapere dal vostro genetista? 

Qui c'è una lista di domande che possono aiutarvi a trovare le risposte di cui avete bisogno e che sono state illustrate in questo sito.
Le domande sono abbastanza generali ma è importante ricordare che ogni situazione è unica e non tutte le risposte possono essere adatte per la vostra particolare condizione. Qualora fosse necessaria qualche altra informazione scrivete la domanda e portatela con voi insieme a quelle che riterrete opportune tra quelle elencate al vostro appuntamento per la consulenza genetica, così non la dimenticherete.

Ricordatevi che non dovete fare per forza un’analisi genetica, è una vostra scelta. Dovreste richiedere l’analisi genetica quando vi sentite sicuri che sia la scelta giusta per voi e per la vostra famiglia.



Perchè mi è stata consigliata una  consulenza genetica?


Perchè io o il mio bambino abbiamo una malattia genetica?


Potete parlarmi della malattia per la quale dovremmo essere analizzati io o il mio bambino?


Quanto comune è questa malattia?


C’è un trattamento per questa malattia?


Coloro che sono affetti da questa malattia lo sono con la stessa gravità?


Come è trasmessa la malattia da una generazione ad un’altra?


Ho un altro bambino: qual è il rischio che abbia la stessamalattia?


Dove posso trovare ulteriori informazioni sulla malattia?


In cosa consiste l’analisi che Lei ci consiglia e quanto costa?


C’è bisogno di analizzare altri membri della famiglia?


Cosa ci diranno i risultati dell’analisi?


Quanto è accurato il risultato dell’analisi?


Avrò certamente un risultato dall’analisi e quanto tempo passerà prima di averlo?
 
Come riceverò i risultati dell’analisi e a chi possono essere comunicati?
I
Mi devo per forza fare un’analisi genetica o ci sono altri modi di scoprire le informazioni che mi interessano?


Se risultati dell’analisi dovessero avere un impatto su altri membri della famiglia, dovrei discutere se fare l’analisi prima con loro?


Come i risultati dell’analisi potrebbero avere un impatto su di me e la mia famiglia emozionalmente?


A chi dovrei dire dei risultati dell’analisi (es. membri della famiglia, colleghi di lavoro, insegnanti)?


Mi saranno date informazioni scritte che tratteranno quello che abbiamo discusso? 


Chi sarà la persona che mi aiuterà a spiegare i risultati a mio figlio e/o ai miei parenti?


C’è qualche informazione scritta che mi potreste dare che mi aiuti a spiegare la situazione a mio figlio e/o ai miei parenti?


Ci sono altri servizi di supporto o organizzazioni di pazienti che posso contattare?


Con quale altra figura professionale in campo sanitario potrei essere messa in contatto?


Se penso a qualcos’altro che vorrei chiedere, posso contattarvi di nuovo? 






Domande Frequenti (FAQ)